• http://www.phaseone.com/it-IT/Camera-Systems/645DFplus/Case-studies/Allan-Davey.aspx
  • http://www.phaseone.com/it-IT/Camera-Systems/645DFplus/Case-studies/Allan-Davey.aspx
Allan Davey
Vai alla panoramica
Vai alla panoramica

Cavolo rosso + elefante = Drago

Scopri come Allan Davey crei draghi fotograficamente realistici, senza utilizzare modelli 3D.

Non è semplice classificare l'ampia gamma di lavori realizzati dal fotografo e artista del digitale Allan Davey. Il suo eclettico stile fotografico spazia tra un tira e molla, disprezzando qualunque regola, per giungere ad una fotografia meticolosa e metodica, fornendo risultati eseguiti in modo precisissimo. I suoi fotomontaggi in realtà non mostrano alcuna manipolazione digitale e le acquisizioni RAW da fotocamera sembrano piuttosto illustrazioni dipinte. Il contenuto reale del suo lavoro si localizza in qualche modo nel mezzo di tutto, esprimendo un esclusivo stile fotografico-illustrativo.

Inizialmente, il via alla sua carriera lo da come fotogiornalista, seguendo un ben preciso percorso. Mentre studia fotografia, ha modo di approfondire le sue conoscenze su Photoshop e la manipolazione digitale in genere.
“Fin da giovanissimo, ho subito amato la fotografia, il disegno e la pittura; quando ho avuto modo di provare Photoshop, ho subito realizzato che avrei potuto unire i due mondi, in un modo che precedentemente non credevo fosse possibile.”

“Questo progetto ha visto la creazione di alcune immagini per il produttore tedesco di sistemi di illuminazione Hensel. L'obbiettivo di Hensel è stato quello di analizzare le potenzialità di alcuni sistemi stroboscopici esclusivi, lasciandomi libertà assoluta su come e cosa fotografare per presentare queste potenzialità. Quindi ho deciso di creare alcune storyboard visive, dall'aspetto cinematografico. Ogni singola immagine del progetto è stata creata partendo da più scatti fotografici, realizzati in varie location. E per ogni singola immagine, le sfide affrontate non sono state poche.

Per la produzione di queste immagini, abbiamo utilizzato una bobina Tesla da 3 milioni di volt e abbiamo fatto saltare due esplosioni, che hanno prodotto delle palle di fuoco in aria per 10m. Per il lancio delle palle di fuoco, abbiamo posizionato il lanciafiamme proprio di fronte a me e un ragazzo, in una tuta da fuoco, in mezzo al fuoco. Il tutto, ovviamente, è stato effettuato sotto la direzione attenta di una sicura squadra professionista che si occupa di effetti speciali, Danger-boy. Sono queste le situazioni in cui il dorso digitale IQ260 eccelle per davvero.

Con la limitata possibilità di scattare più volte, con la minima opportunità di provare ed esporre il tutto, mi sarebbe per forza servito un dorso digitale con questa gamma dinamica da 13 f-stops. Per un fotografo professionista, tale aspetto non può essere sottovalutato, soprattutto in situazioni particolari come questa, in cui non hai tutto perfettamente sotto controllo.

Immagine 1 – The Last Battle:
Il primo scatto raffigura un combattimento tra un uomo ed un drago. Di solito questi tipi di combattimenti vengono persi dal drago, ma io ho voluto cambiare le regole del gioco. Una delle sfide maggiori da affrontare, è stato creare un drago senza l'utilizzo di un modello CG 3D. Ho voluto creare il drago utilizzando vari scatti fotografici. Ho iniziato ad analizzare qualche scatto macro, sperando di trovare qualche trama o pezzo che avrei potuto utilizzare per realizzare questa creatura mitologica. Ho utilizzato uno shooting rail comandato dal computer, la mia fotocamera Phase One 645DF+, un'ottica macro 120mm ed un set di prolunghe. Con questa attrezzatura sono stato in grado di fotografare piccoli oggetti uno per volta, unendo poi i vari pezzi nitidi insieme per creare un'unica immagine, grazie all'utilizzo di un programma ad hoc, che mi ha permesso di ottenere una profondità di campo estrema. Questa esperienza mi ha aperto le porte su un nuovo mondo di possibilità. Con una risoluzione estrema, gli oggetti iniziano a perdere le vere dimensioni. Il piccolo inizia ad imitare l'enorme ed io riesco ad unire più scatti. Per realizzare l'immagine finale, ho fotografato un cavolo rosso, foglie di acero rosso e parti di insetti, scatti che ho poi unito ad immagini di un elefante, un ippopotamo, un rinoceronte ed un alligatore. Il file prodotto è talmente enorme dato i molti livelli, che ho dovuto creare differenti sezioni in file separati, per mantenere i file singoli entro i 20 GB in modo da poterli gestire meglio. In questo modo ora ho un file per le ali, uno per il busto e la testa, uno per lo sfondo, uno per il ragazzo ed uno per il fuoco. Per realizzare gli scatti macro ho utilizzato un'illuminazione a fibra ottica, in modo da mantenere una data uniformità di illuminazione per l'intera immagine. L'ambiente ed il guerriero invece li ho illuminati utilizzando un sistema di illuminazione multidirezionale.

Immagine 2 – The Lightning Collector:
Anche per la seconda immagine ho utilizzato il medesimo setup di illuminazione; per “The Lightning Collector”, ho utilizzato quindi un sistema di illuminazione multidirezionale e una luce a fibra ottica. Per creare l'effetto di luce sull'albero, è risultato perfetto utilizzare un'illuminazione multidirezionale. Per realizzare questo effetto sull'albero, ho utilizzato la bobina da 3 milioni di volt, che è molto inquietante da utilizzare con un sistema fotocamera con tale elettronica sensibile. Per la luce del cielo ho utilizzato uno scatto realizzato in Kansas durante un temporale durato ore, esperienza che non dimenticherò facilmente.

Creare queste immagini è stata una nuovissima esperienza per me, che mi ha aperto infinite e nuove finestre sul mondo della fotografia. In futuro trascorrerò decisamente più ore nell'esplorare le potenzialità derivanti dagli scatti macro, le luci con fibre ottiche e i dettagli degli scatti macro ad alta risoluzione.”

Allan ha lavorato con il suo sistema fotocamera Phase One dotato di dorso digitale IQ260, per acquisire i livelli adoperati per realizzare queste meravigliose immagini finali. Il dorso digitale IQ260 è il terzo aggiornamento dorso di Allan.

Come mai hai deciso di aggiornare il tuo dorso e come è stato possibile?

“Fotografo ormai da diversi anni con i dorsi digitali Phase One e la mia attuale attrezzatura, ovvero corpo macchina Phase One 645DF+, dorso digitale IQ260 e varie ottiche, è il risultato del mio terzo aggiornamento di sistema. Io la penso in questo modo; non investo in un'attrezzatura che mi costa denaro, bensì in un'attrezzatura che mi fa guadagnare denaro. Ogni singola volta che ho aggiornato il mio sistema, sono rimasto assolutamente impressionato dai risultati ottenuti. Comunque, questa volta l'aggiornamento ha avuto il più significativo impatto su come e cosa riesco ad ottenere fotograficamente parlando. Il mercato fotografico è cambiato radicalmente negli utlimi anni. Dato che le fotocamere diventano sempre migliori e meno costose, sono aumentate le persone che si occupano di fotografia e quindi, dato che le immagini “abbastanza buone” diventano sempre di più, per un fotografo professionista sta diventando sempre più difficile ottenere dei buoni affari. Ma sono convinto che un fotografo professionista debba differenziarsi comunque. E quindi mi domando, quale accesso speciale ho sul mondo della fotografia? Quale esperienza devo utilizzare e cosa può offrire la mia attrezzatura, che le altre non riescono ad offrire? Le risposte a queste domande sono le differenze su cui concentrare tutta la mia energia creativa.”

In che modo il dorso digitale della serie IQ2 è riuscito ad ottimizzare il tuo flusso di lavoro?

“La prima volta che ho utilizzato il nuovo dorso digitale IQ260, sono rimasto subito colpito dalla possibilità di poter comandare da remoto la fotocamera e visualizzare le mie immagini utilizzando un  iPad. Sono riuscito subito a vedere i benefici che sarebbero derivati dal posizionare la mia fotocamera ad esempio all'interno di un'automobile o di un'aeroplano con i soliti spazi angusti.
E comunque, la prima volta che il mio partner di fiducia Phase One, B3K, mi ha mostrato tutto ciò che avrei potuto ottenere dal mio dorso IQ260 sono rimasto veramente senza parole. Ad esempio, mi hanno presentato un'immagine sovraesposta di una modella...il viso praticamente assente, senza confini tra il viso ed il contorno. Utilizzando Capture One Pro, sono riusciti a recuperare talmente tanta informazione, che l'immagine non solo è risultata utilizzabile, bensì, è stata poi utilizzata realmente. Non potevo crederci. Ho iniziato subito dopo a riflettere sul serio su come avrei potuto utilizzare questa funzione. Posso affermare onestamente, che da anni ormai non mi ero emozionato in questo modo davanti ad un'immagine. Ora sto apprendendo nuove tecniche e dopo quasi 20 anni nel mondo della fotografia professionale, ritengo sia impressionante che davanti ad un file RAW io sia riuscito ancora a dire ... wow.”

Cos'è per te la Fotografia?

“Per quanto mi riguarda, la mia esperienza fotografica vive in due mondi separati e molto differenti tra di loro. Da una parte vi è questa innata curiosità e forte desiderio di fotografare il mondo nel modo in cui lo vedo realmente. Cerco sempre di sperimentare la combinazione tra meravigliosa luce e incredibili luoghi, inserendoci dei racconti intriganti in grado di raccontare dei momenti unici; tutto uniforme a creare una spettacolare composizione che sembri miracolosamente allineata secondo il mio punto di vista. Si tratta ogni volta di un evento raro e questa rarità mantiene costantemente viva la mia curiosità nei confronti di ciò che mi circonda. Dall'altra parte invece, creo il mondo che immagino nella mia mente. E per soddisfare questa mia immaginazione, fotografo vari oggetti che mi circondono, per poi unirli in ampie e più controllate composizioni.”

 

Le immagini fine art di Allan hanno ottenuto premi internazionali e sono state vendute in tutto il mondo. I suoi lavori commerciali gli hanno assegnato molti premi internazionali e sono stati rappresentati da PDN, PRINT, Graphics, Applied Arts e Luerzer’s Archive. La brochure di prodotto creata per la compagnia aerea Cessna ha vinto per ben 6 volte il premio nazionale USA BMA. Le sue immagini sono state utilizzate per oltre 1200 copertine. Molte delle quali dai migliori autori del New York Times.

Fotografo Allan Davey 

www.allandavey.com

Fotocamera: Phase One 645DF+
Dorso digitale: IQ260
Registrati per richiedere una Demo
Partner di fiducia di Allan: B3K Digital

Guarda le immagini finali: Galleria Phase One

TUTTE LE IMMAGINI © Allan Davey

Allan Davey IQ260
Allan Davey IQ260
Allan Davey IQ260
Allan Davey IQ260
     
SEGUICI PER RIMANERE SINTONIZZATO SU NOVITÀ, CONSIGLI, PANORAMICHE E GRANDIOSE OFFERTE:
 
     
 Subscribe to newsletter >>