• http://www.phaseone.com/it-IT/Camera-Systems/645DFplus/Case-studies/Carol-Highsmith.aspx
  • http://www.phaseone.com/it-IT/Camera-Systems/645DFplus/Case-studies/Carol-Highsmith.aspx
Carol M. Highsmith
Vai alla panoramica
Vai alla panoramica

Fotografare con precisione il 21 secolo Americano

Da quando, 33 anni fa, Carol M. Highsmith ha lasciato la sua posizione da direttrice radiofonica, il suo obbiettivo è sempre stato preservare fotograficamente gli Stati Uniti di America – l'architettura, i paesaggi, gli eventi e le persone. Ha già acquisito una straordinaria gamma di immagini, che comprendono collezioni presidenziali, molti monumenti e edifici storici, oltre a dimore e proprietà degli illustri d'America. Il suo lavoro riflette un'impressionante unione tra eccellenza tecnica, occhio artistico, passione per la storia e l'architettura ed un entusiasmo unico.

Oltre 25,000 immagini realizzate da Carol sono presenti all'interno di una delle sei collezioni della Library of Congress, all'interno dell'archivio fotografico online di 15 milioni di immagini. Carol è l'unica fotografa vivente, di cui la Library stia utilizzando le immagini.

Carol definisce la Library “il più grande corpo di preservazione della conoscenza esistente al mondo, ma ad esclusione del mio lavoro, non è ancora riuscita a conservare la registrazione visiva attuale e completa dell'America.” Quindi, Carol sta cercando di risolvere questa situazione da sola, collaborando con la Library al progetto intitolato “This is America!”.  Questo progetto prevede molti viaggi per i 50 Stati e territori americani – uno alla volta - con l'obbiettivo di realizzare uno studio meticoloso del completo scenario d'America. 

This is America! prende vita

Per questo esclusivo progetto sul patrimonio culturale, Carol sta seguendo le orme dei pionieri della fotografia, Frances Benjamin Johnston, che ha acquisito molte immagini dello scenario americano a cavallo del 20° secolo e Dorothea Lange, nota per le sue evocative immagini dei lavoratori migranti e delle famiglie diseredate dal Dust Bowl avvenuto durante gli anni 30. E come Johnston, sta donando tutte le sue immagini senza copyright alla Library.  

“Ciò che per me è importante, è registrare lo scenario americano durante la mia vita, in modo da inoltrare le immagini alle prossime generazioni, che in questo modo avranno modo di conoscere ciò che eravamo noi americani.  E tutte le persone del mondo, avranno modo di approfondire le loro conoscenze sull'America e gli americani, vissuti durante il 21esimo secolo, anche fra mille anni a partire da ora.”

Carol ha già viaggiato per migliaia di chilometri per visitare Alabama e California, dove ha fotografato città e zone paludose, oltre a scene quotidiane, icone nazionali come Yosemite National Park e luoghi sconosciuti anche ai californiani stessi. La Library ha acquisito 4,000 immagini di Alabama e presto 5,000 della California.

Passaggio al mondo digitale

Tutte le immagini di Carol per il progetto “This is America!” sono immagini digitali ad alta risoluzione. Inizialmente la Library era stata un po' scettica nei confronti delle immagini digitali. “Ma dopo l'11 Settembre, avendo visto le immagini digitali realizzate, la Library si è resa conto che sarebbero servite immagini come quelle realizzate, in grado di trasmettere istantaneamente i contenuti, impossibile da ottenere con la pellicola.” 

Anche Carol si è resa conto in un modo simile. Per molti anni ha lavorato con un'attrezzatura ingombrante, grande formato 4x5, ma un giorno si è resa conto che man mano stava scomparendo la pellicola come strumento fotografico di archiviazione. Quindi ha avuto inizio il suo passaggio ad un sistema fotocamera medio formato, inizialmente con un Leaf Aptus 75 nel 2005 e in seguito con un dorso Phase One P45. Da allora è utente fedele dei sistemi Phase One e ha anche un P21 ad infrarossi, che utilizza nei cimiteri e per creare un aspetto sognante e sorprendente. “Mi diverto molto con la mia attrezzatura Phase One.” 

Quando Carol decise di acquistare un sistema Phase One, iniziò ad analizzare per bene tutti i partner. “Quando decidi di acquistare un sistema del livello di Pase One, dovresti scegliere un partner che conosca bene il settore, che abbia un buon feedback sul supporto e l'assistenza al cliente e che sia sempre pronto a consigliarti nel momento in cui decidi di aggiornare un sistema. Io ho trovato tutto ciò con Digital Transitions. L'anno scorso, d'estate, ho per sbaglio danneggiato il mio dorso e Digital Transitions mi ha subito aiutato, aggiustando il mio dorso come se fosse nuovo. E inoltre, sono sempre pronti a darmi consigli tecnici quando ne ho bisogno.”

Tutto sta nei dettagli

“Non ho mai posseduto un sistema, che adoro come la mia attrezzatura Phase One. In pratica riesce a farmi essere un eroe per la Library of Congress, perché mai prima avevano visto tali dettagli.”

Carol richiede alle sue immagini una fedeltà “chiara e cristallina”. Mai prima questa richiesta era stata più importante, se non per fotografare le collezioni presidenziali di Abraham Lincoln, Theodore Roosevelt, Harry Truman e Dwight Eisenhower, l'ultima che comprende “Ike’s bedroom slippers and Mamie’s lipstick.”

Circa 5 anni fa, a Carol era stato chiesto di fotografare la collezione di Lincoln presso il Ford’s Theatre, compresa l'arma utilizzata da John Wilkes Booth per assassinare il presidente ed il compasso utilizzato per fuggire da Washington. “Nessuno prima dell'immagine scattata con il sistema Phase One P45, aveva scoperto, che Booth avesse inciso nel compasso le sue iniziali,” afferma Carol. “La qualità è talmente dettagliata, che queste iniziali sono ancora visibili dopo 140 anni.”

Registrare lo scenario americano con il dorso digitale IQ180

Per “This is America!”, Carol si sta affidando molto alla fotocamera Phase One 645DF+ con dorso digitale IQ180 e al software di elaborazione Capture One Pro 7. “Data l'alta visibilità che avrò con questo progetto, mi sento in dovere di fornire esclusivamente la migliore qualità di immagine possibile. E queste immagini devono essere in grado di superare la sfida del tempo, dato che saranno destinate alle future generazioni. Io lavoro per offrire durabilità e il mio sistema fotocamera Phase One mi sta aiutando a registrare il periodo storico attuale e i vari scenari americani, in modo ottimo. Non potrei utilizzare sistema migliore. Questo sistema è il platino delle fotocamere.”

Carol ha scelto il dorso IQ180 dotato di risoluzione da 80-megapixel perché “fornisce sempre dettaglio, precisione e alta risoluzione”, che lei richiede e si aspetta per “This is America! “. 80 megapixels sono per me una necessità, perché servono al mio importante progetto,” afferma Carol. “Il menu del dorso IQ180 con le funzioni a scorrimento su e giù è intuitivo e di semplice utilizzo. Non ti serve un Master per adoperarlo.  E l'ampio schermo sul dorso mi aiuta ad analizzare subito le immagini acquisite, mentre l'istogramma, le anteprime, i livelli e le info al lato dell'immagine sono molto utili.  Dato che io di solito rifletto molto prima di scattare, tutte queste info sono molto utili se desidero acquisire un'immagine in modo rapido, senza pensarci a lungo. Adoro anche il fatto di poter scattare ad un'impostazione degli ISO di 35. Quì si parla di qualità!”

La qualità è sempre stata di vitale importanza in tutta la carriera fotografica di Carol. E quando le è stato proposto il progetto This is America!, si è voluta affidare solo ed esclusivamente alla fotocamera 645F+ con dorso IQ180, insieme al software Capture One Pro 7, in modo da ottenere immagini ad “alta qualità”. “Quando lavori per molti anni come fotografo professionista, è facile ritenere come garantita una data attrezzatura. Io amavo molto le mie fotocamere a pellicola grande formato, ma la qualità delle immagini che riesco ad ottenere con il mio sistema Phase One, mi lascia realmente senza parole. Rimango veramente sbalordita da ciò che riesce ad offrirmi un'attrezzatura iconica come un sistema Phase One. Se un sistema fotocamera Phase One fosse stato disponibile nei primi anni della mia carriera, avrei utilizzato solo quello, anche se avessi dovuto noleggiarlo e risparmiare molto per averlo.”

Fotografa Carol Highsmith

carolhighsmithamerica.com

Fotocamera: Phase One 645DF+ ulteriori info
Dorso digitale: IQ180 ulteriori info
Prova un sistema Phase One

Partner di fiducia Phase One di Carol: Digital Transition trova il tuo partner

TUTTE LE IMMAGINI © Carol M. Highsmith

Carol M. Highsmith Cultural Heritage
Carol M. Highsmith Cultural Heritage
Carol M. Highsmith Cultural Heritage
     
GALLERY IMAGES
"There’s no better camera system. It is the platinum of cameras."
Carol M. Highsmith
SEGUICI PER RIMANERE SINTONIZZATO SU NOVITÀ, CONSIGLI, PANORAMICHE E GRANDIOSE OFFERTE:
 
     
 Subscribe to newsletter >>