• http://www.phaseone.com/it-IT/Camera-Systems/645DFplus/Case-studies/Jeffery-Salter.aspx
  • http://www.phaseone.com/it-IT/Camera-Systems/645DFplus/Case-studies/Jeffery-Salter.aspx
Jeffery Salter
Vai alla panoramica
Vai alla panoramica

Ad alta Pressione!

Scarica il racconto (PDF)

Il fotografo Jeffrey Salter ha iniziato la sua carriera fotografica come fotoreporter con pellicola 35mm. Ha lavorato per sfilate di moda a New York, Londra, Milano e Parigi, conflitti e disordini sociali ad Haiti ed avvenimenti come lo schianto del volo Pan Am 103 a Lockerbie, in Scozia.
Quando ha deciso di diventare fotografo di riviste, è passato al medio formato e ha deciso di concentrarsi sui ritratti e sulle luci.

“È per la mia filosofia di artista visivo, che inizio sempre con una fine ben definita in mente. Posso affermare con fermezza, che Phase One, insieme alla sua squadra, ha prodotto un dorso digitale della più elevata qualità, con occhio attento ai dettagli.

Desidero produrre immagini memorabili ed iconiche. Uno scrittore forma meravigliose narrative, utilizzando sostantivi, verbi, avverbi ed aggettivi, noi fotografi invece, utilizziamo fotocamere, ottiche, f-stops, velocità di otturazione e illuminazione per creare avvincenti immagini. Il dorso IQ260 mi offre l'aspetto che voglio che abbiano le mie immagini ed è uno strumento importante per un viaggio di successo.”

Jeffrey Salter è stato uno dei primi ad aggiornare ad un dorso digitale IQ260 subito dopo il suo annuncio. Entro 3 mesi ha pubblicato 3 copertine di rivista. La sua più recente copertina è stata acquisita sotto il sole della Florida e raffigura la star del calcio internazionale, Mario Balotelli.

Innanzitutto, Jeffrey condivide con noi ciò che ha apportato al servizio su Mario Balotelli il suo dorso digitale IQ260:

A. Gamma dinamica per gestire uno scenario ad alto contrasto

B. Sincronizzazione flash da 1/1600s per controllare la luce ambiente

C. File da 60 megapixel, che hanno permesso al direttore artistico di ritagliare l'immagine, modificandola da immagine in orizzontale (panoramica) in copertina in verticale(ritratto)

D. Acquisizione cablata completa e affidabile tramite Capture One Pro 7.


I dettagli tecnici:
Analizzando il mio nuovo dorso digitale IQ260, sotto un punto di vista tecnico e oggettivo, posso affermare che mi ha fornito meravigliosi 13 stops di gamma dinamica. Ho fissato l'orario per l'allestimento alle 7 del mattino, perché quando si tratta di un soggetto di tale profilo, desideri che tutto sia pronto in tempo. Mario Balotelli è una star del calcio a livello internazionale, attaccante di AC Milan. È un grande atleta, suona il pianoforte e ha già incontrato il Papa, anche se ha soli 23 anni. Con me è stato simpatico e socievole. Abbiamo programmato l'inizio del servizio fotografico per le 9 del mattino, orario comodo e temperatura fresca. Per quell'ora, la luce è meravigliosa, con il cielo perfettamente morbido e diffuso dalle nuvole, una gigante scatola morbida a basso contrasto. Per un fotografo, si tratta di una passeggiata per un parco, devi semplicemente aggiungere un po' di bordo lucido o un riflettore ed è fatta.

Purtroppo però, il servizio ha avuto inizio solo alle 11 e a quell'ora, il sole era già alto, copriva tutto con aggressivi raggi, retroilluminava la piscina ed evidenziava troppo di luce le palme nel sottofondo, creando una contrastante poltiglia. Diciamo che la passeggiata nel parco è durata poco. Nello scenario vi era l'acqua blu in una piscina bianca, foglie di palme verdi luccicanti di sole e un atleta con una pelle molto scura, tutto retroilluminato. La pressione è stata alta. Per lo stile delle mie immagini, è importante che io possa controllare il contrasto e ottimizzare la luce. Il dorso IQ260 mi ha permesso di catturare in modo semplice i dettagli di questo scenario, ma non parlo di semplici dettagli, bensì di ricchezza nei dettagli.

Una combinazione di sincronizzazione delle luci stroboscopiche ad un'alta velocità di otturazione di 1/1600s, per abbassare le alti luci, ed un fantastico set di illuminazione a f/5.6 su Mario per aprire le ombre (un flash head Profoto, un alimentatore da 7B ed un ombrello Silver Profoto 5ft), mi ha fornito la profondità di campo ottima per avere la messa a fuoco su Mario, colorando l'immagine con i valori di luce che volevo. Sono stato in grado di posizionare le alti luci dove desideravo, aggiungendo una luce stroboscopica a sinistra e un po' in dietro, unita ad un riflettore Magnum.

Questa immagine avrebbe dovuto occupare due pagine all'interno della rivista, formato paesaggistico o orizzontale. Ma quando il Direttore di Fotografia di S.I.,Brad Smith, è rientrato in ufficio, ha subito suggerito di ritagliare l'immagine creando un formato verticale, da utilizzare per la copertina. Dato che il dorso IQ260 produce file digitali in raw da 60 MP, che elaborati con Capture One Pro 7 danno un 346 MB TIFF (16-bit), al mio cliente è stato possibile pubblicare l'immagine senza limitazioni. Ciò mi ha permesso di vedere pubblicato su una copertina di rivista nazionale per la terza volta uno scatto realizzato con il dorso digitale IQ260.


Quando lavori con la tua fotocamera, ci devi credere!
La rivista Sports Illustrated è una delle più prestigiose riviste di sport al mondo. Si tratta di una rivista settimanale. Perciò, la deadline per le immagini è sempre molto vicina. Ogni immagine di copertina è molto importante. Deve urlare forte fuori dalle affollate edicole.

Da un punto di vista più soggettivo, la gamma dinamica, la velocità di sincronizzazione da 1/1600s, la connettività wi-fi e le grandi dimensioni dei file, mi offrono una vera pace dei sensi. Questo è stato un servizio fotografico ad alta pressione. Solo altre due star del calcio internazionale sono apparsi sulla copertina di questa rivista fino ad oggi, Pelé e Diego Maradona. Il Direttore di Fotografia della rivista, Brad Smith, aveva preso l'ultimo volo da New York la sera prima, è stato sul set e ha visualizzato le immagini su un iPad. Le caratteristiche di cui è dotato il dorso IQ260 mi permettono di utilizzare la mia energia per l'arte. Il nocciolo della questione è il seguente: Quando si tratta di un soggetto di tale profilo, non è che hai a disposizione molte ore per avere lo scatto giusto. Nel mio caso avevo a disposizione solo 45 minuti per due set-up. Arrivato Mario sul set, non avrei più avuto tempo per impostare i f-stops e la gamma dinamica. Significava gestire una piccola nava con i migliori assistenti fotografici a bordo, insieme alla migliore attrezzatura, per creare un'ottima immagine che avrebbero visto tutti in tutto il mondo. Una volta impostato già il set, l'interazione sarebbe stata solo tra Mario e me. Avendo la calma mentale per concentrarmi ed avere Mario rilassato, trasferendo al mondo un aspetto, un gesto, un momento o una piccolissima finestra sul personaggio, in quei precisi momenti ho scattato l'otturatore, tanto il dorso IQ260 avrebbe fatto tutto il resto. La pace mentale data dalla consapevolezza che hai in mano una buona attrezzatura, mi permette, e permette a qualsiasi altro fotografo, di utilizzare luoghi dove poter creare una buona, grandiosa e a vlte iconica immagine.

Fotografo Jeffery Salter

Fotocamera: Phase One 645DF+
Dorso Digitale: IQ260
Partner di fiducia di Jeffery: Capture Integration

Scarica il racconto(PDF)

Ulteriori info
Leggi l'intervista di Sports Illustrated a Mario Balotelli
Sistema fotocamera Phase One
Registrati per ricevere una Demo

Scopri di più su Jeffery Salter 
jefferysalter.com

TUTTE LE IMMAGINI © Jeffery Salter

Jeffery Salter IQ260
Jeffery Salter IQ260
facebook share Condividi su Facebook
     
SEGUICI PER RIMANERE SINTONIZZATO SU NOVITÀ, CONSIGLI, PANORAMICHE E GRANDIOSE OFFERTE:
 
     
 Subscribe to newsletter >>