Jim Garner
Vai alla panoramica
Vai alla panoramica

Fai le cose in grande o non farle proprio

Jim Garner, uno dei migliori fotografi di matrimoni al mondo è convinto che i dorsi digitali Phase One siano parte integrante del suo successo. Michael Roscoe ha scoperto il perché...

Da quando Jim Garner è stato nominato come uno dei dieci migliori fotografi di matrimoni al mondo, la sua vita è cambiata. L'elenco è stato fornito da un'importante rivista di fotografia Americana e secondo Jim, “È stata un'esplosione”. Jim si è guadagnato un profilo e offerte di lavoro internazionale, oltre a richieste di partecipazione a seminari e convention in tutto il mondo.

Alcuni affermano che ci vogliono dieci anni per raggiungere improvvisamente il successo e nel caso di Jim, è stato proprio così. Jim si è appassionato alla fotografia da giovane, ma è stato dopo il suo matrimonio, che ha deciso di diventare professionale. Spiega, "Abbiamo avuto un'esperienza grandiosa con il nostro fotografo di matrimonio e mia moglie mi ha incitato a seguire la mia passione. Ho deciso di studiare di più e mi sono iscritto per un quadrimestre alla scuola d'Arte, dove sono stato assunto come fotografo ‘dot-com’, divenendo in sei mesi direttore. È stato esilarante, avevamo un immenso studio e scattavamo tredici fino a quattordici ore al giorno - volevano pubblicare on line più prodotti possibile...Ma nel weekend ero fotografo di matrimoni."

Lo stile distintivo, d'avanguardia e fotogiornalistico di Jim e l'approccio alla fotografia di matrimoni, li hanno subito assicurato molte richieste. Confida,
 "I matrimoni non erano considerati un gran che in quel periodo.

Ho deciso di adottare una fotografia completamente differente, senza considerare il resto del mercato. Ha funzionato...dopo soli tre anni, fotografavamo sessantacinque matrimoni l'anno - ciò è stato poco salutare per i restanti sette anni.”

Questioni di Marketing
Lo studio ‘dot-com’ che ha assunto Jim è stato inghiottito da Amazon e per Jim è nata l'opportunità di lavorare come freelance. È stato a questo punto che ha investito in un dorso digitale P25, che è diventato la sua pietra miliare della sua strategia promozionale. Afferma, “Investimmo il mercato a tutto gas con la risoluzione del sistema fotocamera Phase One - e non sbagliammo affatto.”

È convinto che questa qualità di immagine leader nel mercato non passi inosservata ai clienti. Ricorda, “Ho lavorato per mesi per un'azienda e ho graffiato il filtro del mio dorso digitale, quindi l'ho dovuto spedire per la riparazione. Durante quel periodo ho dovuto utilizzare la mia DSLR e, dopo cinque o sei anni di collaborazione con quell'azienda, il direttore artistico disse, "Jim, c'è qualcosa di diverso nelle tue immagini...Non so se è stato un brutto giorno...Ma non vi è la profondità a cui sono abituato...Non riesco ad emozionarmi come con le altre immagini." Così ho confessato che l'attrezzatura Phase One era in riparazione e che avevo utilizzato la mia DSLR. Avevo utilizzato le migliori ottiche e comunque non erano rimasti soddisfatti. Mi dissero, "Andando avanti, cancelleremo le immagini non realizzate con l'attrezzatura Phase One."p>

Invesire al meglio
Jim si è affidato per otto anni al P25 su fotocamera Contax 645 e ora ha deciso di passare alla soluzione IQ180 e fotocamera 645DF, per mantenere il suo impegno nell'investire sempre nella migliore attrezzatura.

Jim si è affidato per otto anni al P25 su fotocamera Contax 645 e ora ha deciso di passare alla soluzione IQ180 e fotocamera 645DF, per mantenere il suo impegno nell'investire sempre nella migliore attrezzatura. "La differenza nella qualità di immagine è evidentissima confrontata con quella di una DSLR," afferma convinto.

Ma il sistema fotocamera ha anche altre caratteristiche che presto divengono apparenti.

"Scatto otto volte in più rispetto ad una DSLR. Rallenti e ottieni la perfezione - la composizione, le impostazioni. Generalmente scatto due fino a cinque immagini, rispetto ad una DSLR con cui scatteresti venti immagini. Un dorso IQ ti da meno problemi, ritocchi meno e correggi meno i colori", afferma con entusiasmo.

Il risparmio di tempo durante la postproduzione è un fattore importante per la redditività. Spiega, 
"Scattare molte immagini utilizzando una DSLR è un problema in questo settore. Alcuni mi raccontano che durante un matrimonio scattano 12,000 immagini. Non vuoi guadagnare veramente quando realizzi così tante immagini. È un fenomeno dei nostri giorni, che sta facendo guadagnare sempre meno molti fotografi - l'IQ elimina questo problema."

Dorsi per il Futuro
Investire in un sistema fotocamera potrebbe sembrare una prospettiva ardua, ma Jim è pronto a convincere tutti i fotografi intimoriti dai costi iniziali. "Fai le cose in grande o non farle proprio," afferma prima di aggiungere, "bisogna capire che non si tratta di un investimento per una DSLR che dura al massimo uno o due anni. Non si tratta di una fotocamera di breve durata e l'investimento iniziale si protrarrà nel tempo."

Jim Garner è determinato e incoraggia gli altri ad esserlo come lui.

"Dobbiamo renderci conto che più in fretta si lavora, più risultati si ottengono. Se vuoi lavorare per i migliori clienti, che trovano valore in questa grandiosa tecnologia, allora devi possedere questa attrezzatura. Quanto prima tu riesci a lavorare con questi clienti, tanto prima avrai clienti fissi per molto tempo che ripagheranno il tuo investimento iniziale," afferma prima di riassumere, "utilizza questa attrezzatura al 100% e lavora in questo settore, facendoti valere non come un seguace, ma piuttosto come un leader."

Investi al meglio
Trova il partner Phase One più vicino

Ulteriori info
Soluzione IQ180 e fotocamera 645DF+

Registrati per ricevere una demo

Ulteriori info su Jim Garner
jgarnerphoto.com

TUTTE LE IMMAGINI © JIM GARNER

IQ180-Jim-Garner-Wedding-photography
IQ180-Jim-Garner-Wedding-photography
IQ180-Jim-Garner-Wedding-photography
IQ180-Jim-Garner-Wedding-photography
facebook share Condividi su Facebook
     
Please wait!