• http://www.phaseone.com/it-IT/Camera-Systems/645DFplus/Case-studies/Moises-Levy.aspx
  • http://www.phaseone.com/it-IT/Camera-Systems/645DFplus/Case-studies/Moises-Levy.aspx
Moises Levy
Vai alla panoramica
Vai alla panoramica

Paesaggi enigmatici

Sebbene viva da sempre in Città del Messico, il lavoro fotografico di Moises Levy non risulta essere particolarmente urbano. La sua odissea fotografica inizia 20 anni fa, quando scopre come unire il suo amore per la natura al suo amore per la bellezza, iniziando a fotografare i paesaggi.

Essendo un architetto, Moises Levy è singolarmente interessato a sottolineare la definizione e l'interazione della luce con l'ambiente. Che sia concentrato su una fila di alberelli che si riflette su una calma superficie di acqua, su un albero solitario che testimonia la sera che tramonta o su enormi rocce scolpite dal tempo, che mostrano strane e meravigliose forme, Levy tratta le forme naturali come se fossero delle creazioni attente dell'uomo.

Le immagini di Levy si distinguono per il loro minimalismo, con cui Levy cerca di includere il meno possibile degli elementi visivi, trasmettendo comunque sempre un senso di mistero e complessità.
Levy ha condiviso con noi una selezione di immagini scattate durante un suo viaggio in Islanda, attrezzato del suo sistema fotocamera Phase One e del suo nuovo dorso digitale IQ260. Grazie a questo interessante approccio alla fotografia di paesaggi, andremo a conoscere meglio il suo lavoro.

"Non riesco ancora a crederci che io sia riuscito ad ottenere tali fantastici risultati, senza utilizzare chissà quale allestimento. Il menu è molto chiaro e semplice da utilizzare e tutto risulta essere a portata di mano."


Le tue immagini finali spesso sono in bianco e nero, ma alcune delle immagini che hai condiviso con noi, sono a colori, perché questa scelta?

Credo che la fotografia si basi sulla forma e le trame, è molto concettuale. Di solito decido di lavorare a colori, quando sento che l'immagine perderebbe la sua idea di base che vorrei trasmettere. Ad esempio, l'immagine 1, Tired Trees, è quasi del tutto in bianco e nero, ma i piccoli punti a colore sono molto importanti. L'immagine racconta degli stanchi alberi che stanno perdendo le loro foglie; le uniche foglie rimaste rappresentano il passaggio dall'autunno all'inverno. Convertendo questa immagine in bianco e nero, potrebbe eliminare un po' della sua essenza.
Ho realizzato una grande stampa dell'immagine finale (240x100 cm) su carta di cotone, per farla sembrare dipinta a mano. Adoro le piccole porzioni di colore sul colore neutrale della scena.

Quando e perché hai deciso di investire in un sistema fotocamera Phase One camera system ed in particolare nel dorso IQ260?

Adoro lavorare in manuale con le fotocamere digitali medio formato. Ho più controllo sulla scena e la composizione. Ho provato a passare alle DSLR 35mm per rendere il mio flusso di lavoro più rapido, ma mi mancava sempre qualcosa nel processo fotografico. Quindi, alla fine ho deciso di investire nel dorso digitale IQ260 mantenendo un flusso di lavoro digitale senza comprometterne la qualità di immagine, quando lavoro utilizzando le lunghe esposizioni, ottenendo immagini grandi di ottima qualità.

Il dorso IQ260 ha soddisfatto le tue aspettative?

IQ260 è incredibile. È semplicissimo da usare. Inizialmente credevo stessi facendo qualcosa di sbagliato, perché non potevo crederci di ottenere tali ottimi risultati, senza delle complicatissime impostazioni. Il menu è molto chiaro e semplice e tutto è a portata di mano. Con le mie DSLR mi perdo spesso tra le varie opzioni.

La ragione principale per cui io abbia scelto IQ260 è da cercare nelle capacità relative alla lunga esposizione. Realizzo delle immagini con le lunghe esposizioni, senza mai perdere il minimo dettaglio e ottenendo sempre la migliore qualità. Inoltre, è fondamentale la grandezza del sensore. È stata una grande preoccupazione per me, perché non volevo sacrificare le mie ottiche grandangolari con un ampio fattore di crop, ma con il sensore del dorso IQ260 ora posso catturare ogni singolo dettaglio con un singolo scatto.

Cosa ti emoziona come fotografo?

Adoro cercare e trovare nuovi modi di ammirare posti iconici e creare la magia che gli altri non riescono a vedere. Nel 2013, mi sono recato con alcuni amici in Islanda, per fotografare la cascata Skogafoss. Dopo ben 2 ore senza aver fotografato nulla di speciale, ho trovato una pozza sul terreno e sapevo che lì vi era qualcosa da esplorare. Infatti proprio lì, ho scattato una delle più belle immagini del viaggio, l'immagine 2. Non so ancora se l'immagine sia veramente speciale o se piuttosto sia speciale per me, perché ho visto qualcosa di nuovo, qualcosa che nessuno in quel preciso momento stava vedendo.

"Ero molto preoccupato perché non volevo sacrificare le mie ottiche grandangolari con un ampio fattore di crop, ma con il sensore del dorso IQ260 io ora riesco a catturare ogni singolo dettaglio con un singolo scatto."

Quali sono le tue aspirazioni fotografiche per il 2014?

Ho già in programma varie avventure fotografiche in incredibili posti come la Nuova Zelanda, l'Africa e la parte occidentale degli Stati Uniti. E ora che ho il dorso IQ260, sono ancora più emozionato di prima e voglio girare ancora di più il mondo.

Fotografo Moises Levy

http://www.moiseslevy.com

Fotocamera: Phase One 645DF+
Dorso digitale: IQ260 ulteriori info
Richiedi una Demo

TUTTE LE IMMAGINI © Moises Levy

Moises Levy IQ260
Moises Levy IQ260
Moises Levy IQ260
     
SEGUICI PER RIMANERE SINTONIZZATO SU NOVITÀ, CONSIGLI, PANORAMICHE E GRANDIOSE OFFERTE:
 
     
 Subscribe to newsletter >>