Bianco & Nero in prospettiva
Vai alla panoramica
Vai alla panoramica

Bianco & Nero in prospettiva

Peter Steinhauer vive per il bianco e nero. Ama l'estetica, la qualità e tutta la storia associata al medio formato.

Peter ha passato la maggior parte della sua carriera dietro a banchi ottici stampando le sue immagini nella sua camrera oscura per oltre 18 anni. Oggi lavora totalmente in digitale e spinge il suo dorso digitale Phase One al limite, acquisendo panorami utilizzando la tecnica delle lunghe esposizioni. Per questo usa un P45+, e per le sue caratteristiche di basso rumore. Il P45+ può facilmente sostenere le lunghe esposizioni di Peter che si estendono mediamente da 30 secondi a venti minuti. Ora sta testando Phase One Achromatic, dorso digitale esclusivamente in bianco e nero in purezza.

La Base del Progetto
"Mi piace fotografare sulla base di un progetto. Ho in mente un particolare obiettivo. Se vado a fotografre un panorama questo è tutto quello che faccio. E dato che i miei panorami sono sempre su cavalletto, è difficile passare ad una inquadratura verticale da una orizzontale. Comunque, quando vado a lavorare fuori Hong Kong, città dove vivo, approfitto della costrizione temporale per fotografare durante il viaggio.”

Peter scatta in tutta l'Asia, principalmente in esterni. Ha vissuto in Vietnam e Singapore per 13 anni prima di stabilirsi ad Hong Kong. Durante i suoi lavori commerciali, ha sempre portato avanti una serie di progetti personali, compresi alcuni libri. Due libri sul Vietnam sono già stati pubblicati ed altri sono attualmente in produzione, tra cui due su Hong Kong, uno su Bali, India e Birmania. "All'inizio del progetto, immagino l'intero corpo del lavoro e la sua realizzazione finale nel design di un libro."

Black Moor, Hong Kong
Black Moor è la combinazione di strutture artificiali, l'ambiente e le tipiche condizioni atmosferiche trovate Hong Kong.

"Questo è il vero tempo di Hong Kong ", Peter spiega, " con cieli pesanti e molte montagne sullo sfondo. Quando ho iniziato a fotografare, sono stato stregato dalle immagini del 19º secolo dove i ritratti delle persone erano leggermente sfocati, rendendo queste immagini vive e quasi in movimento. A quel tempo, non sapevo come l'esposizione potesse condizionare una immagine. Ero intrigato dalla spettralità della gente. Comunque, dato che la mia educazione si è evoluta nella fotografia di panorama, ho continuato a tornare al 19º secolo per trarne ispirazione. Sono stato attratto da questo stile dai fotografi del tardo ottocento, Eugene Atget e il fotografo scozzese John Thompson, che si sono posti in antitesi rispetto alla fotografia statica di Ansel Adam. Questo è il motivo per il quale ho iniziato con le lunghe esposizioni. Quando posso ed è appropriato, mi piace inserire del movimento ai miei lavori. Il vento che soffia, il movimento del mare.. Penso che le lunghe esposizioni aggiungano vita alla fotografia."

Black Moor è stato fotografato usando una fotocamera Phase One 645AF con un dorso P45+ e un 150mm. Le esposizioni sono state intorno ai tre minuti usando una serie di filtri neutral density per assicurare una perfetta e lunga esposizione, anche durante le ore diurne.

"Ogni filtro ND rappresenta circa quattro diaframmi, uso tre o quattro di questi filtri con un diaframma f/16 per raggiungere la giusta lunga esposizione. Dipende tutto dalla luce ambiente. In questa particolare esposizione, ero alla fine della giornata ed il tempo era coperto, quindi non avevo bisogno di troppi filtri neutral density. Mi piacciono queste condizioni atmosferiche e la morbidezza della luce del primo mattino e del tardo pomeriggio. La luce è alla sua massima morbidezza e rispecchia la mia visione della stessa."

Visita a Ma On Shan View
"Questa immagine è stata scattata nei Nuovi Territori. Hong Kong di per se è una isola, ma include aree territoriali a nord fino al confine con la Cina. Questo è il parco nazionale e la gente rimane sorpresa quando dico loro che questa è Hong Kong! Non ha niente a che vedere con l'area a densità urbana HK e Kowloon. E' una lunga escursione a piedi fino alla cima della montagna dal parcheggio sottostante. Ci sono sentieri in tutta Hong Kong e, arrivando da Colorado, mi inoltro tra le colline fin che posso. E' una parte veramente importante della mia vita."

"Scatto in bianco e nero perchè è quello che vedo. Penso e vedo semplicemente in questo modo. Le presentazioni in stile dittico e trittico dei miei lavori sono influenzate dal modo di scattare del 19º secolo e dalle fotocamera impiegate. L'unico modo di far entrare 100 persone in uno scatto era quello di utilizzare una fotocamera a soffietto a lastre di vetro, ed adoro questo formato. Quando arrivo in queste aree, sento lo spazio intorno a me e per questo ho bisogno di creare questi lavori con fotocamere a soffietto. Scatto intenzionalmente due o tre immagini. Non scatto una immagine per poi dividerla in due, invece, ho un treppiede di alta qualità che uso per fare delle inquadrature precise per ogni foto. Faccio la prima inquadratura, ruoto la fotocamera in un senso e scatto un'altra immagine."

Usando il P45+, Peter dice che può riprodurre facilmente stampe di 100X125 cm per le sue mostre. "I file sono fantastici e le immagini sono più incise di uno scanner a tamburo per lastre 4x5. E' certo che scattare con Phase One è di molto superiore che scattare con fotocamere a lastre 4x5", mentre l'unico inconveniente è quando scatti immagini di 20 minuti e dover aspettarne altri 20 per il calcolo della riduzione del rumore. Sarebbe meglio avere due dorsi!

Taikoo Windows
"Questa è una delle mie immagini più vendute. Non ha mai più lasciato la mia mente fino da quando la ho scattata nel 1994, ma non è stata scattata nel modo in cui volevo, in un appartamento al 15º piano, fino ad un paio di anni fa quando mi sono trasferito."

"E' una parte di Hong Kong che sta sparendo, mostra una densità di proprietà che stanno per essere ricostruite e sostituite. Ci sono solo 15 metri da muro a muro e sapevo che mi sarei dovuto posizionare a metà strada per riprodurre le simmetrie di composizione che avevo in mente. L'accesso non è stato facile. Le persone che vivono li erano preoccupate che io fossi il costruttore che gli avrebbe portato via le case in cui vivevano da più di 50 anni. La sicurezza mi ha controllato da vicino ed ho dovuto inviare loro i miei libri e portfolio."

"Dopo aver ottenuto il permesso per scattare, la sfida successiva fu quella di poter aprire le finestre di qualcuno e posizionare la fotocamera. Le finestre sono larghe solo 50 cm ed è già difficile mettere la testa fuori per dare un'occhiata. Infatti se avessi avuto una fotocamera 4x5" o 8x10" non ci sarebbe stato modo di poter scattare questa immagine! Come si sarebbe potuto inserire i porta pellicole o armare l'otturatore? Mi piace fare quanto possibile in Capture One, creando le tonalità esattamente come le desidero. Lascio i file bianchi e neri in RGB e li elaboro a 45x60 inches. Elaboro tutti i miei file in queste dimensioni e poi Ii riduco se necessito di fare stampe più piccole."

"In questa immagine l'edificio è più chiaro nella parte alta e gradualmente si scurisce verso il basso. E' una apertura talmente stretta che il sole non colpirà mai direttamente la parete. Il mio approccio all'immagine è stato come se fossi in camera oscura, aprire bruciando la parte scura per portarla più vicina possibile all'esposizione della parte alta. Non penso di essere mai stato più soddisfatto o felice per una immagine come in questo caso, e mi sono talmente emozionato nel riuscire a realizzare per la prima volta una immagine che avevo in mente da 15 anni, riuscendo a realizzare la visione che avevo avuto dal punto di vista terreno."

Faces
Panorami e ritratti sono la parte principale della fotografia di Peter e al momento sta lavorando ad un progetto che documenta la diversità dei volti delle differenti citta Asiatiche.

"Visito diverse città e nazioni, scattando le mie immagini con l'ottica 120mm Macro. Alcuni scatti sono a piena immagine, altri solamente i visi di diverse nazioni. Ho iniziato quedto progetto con una fotocamera tecnica 4x5" ed ogni immagine ha la cornice della pellicola tutta intorno. Se guardate le lastre di vetro del 19º secolo, potete vedere dove le lastre erano state nastrate o tenute durante il loro sviluppo. Queste segni producono una cornice che ho sempre apprezzato. Ho modificato i miei portapellicole per riprodurre questo effetto come nelle lastre di vetro. Continuo in questo con i file digitali ed ogni immagine ha il suo frame personalizzato. Non sono cornici da banche di immagine."

"I file Phase One sono il miglior sostituto ai negativi 4x5", ma c'è una differenza nella profondità di campo. Sia il 4x5 che 8x10 hanno una minore profondità di campo rispetto al medio formato, quindi il modo per avvicinarmi a questo effetto è usare l'ottica 120mm a diaframma 4. Questa è un'altra differenza cheil digitale ha apportato alla fotografia di ritratto. Ero abituato a viaggiare con una valifgia di Polaroid. Mi piaceva scattare una immagine in polaroid, mostrarla loro, e scattare una seconda immagine in pellicola. Ha funzionato molto bene in aree rurali com il Vietnam, Cambogia e India. Oggi ho una Today fotocamera istantanea Fujifilm che fa un lavoro simile, ma è con la fotocamera Phase One che scatto l'esposizione finale."

Peter Steinhauer

Le Gallerie più importanti di Peter sono la Plumb Blossoms di Hong Kong e the Art Vietnam Gallery in Vietnam. I suoi lavori sono esposti anche in altre Gallerie in Asia, negli Stati Uniti e in Europa.

Segui il lavoro di Peter
petersteinhauer.com

Interessato a Phase One
Registrati per ricevere una Demo

Peter Steinhauer
Peter Steinhauer
Peter Steinhauer
Peter Steinhauer
facebook share Condividi su Facebook
     
Please wait!