• http://www.phaseone.com/it-IT/Imaging-Software/Capture-One-Pro-7/Testimonials/Alan-and-Gretchen-testimonial.aspx
  • http://www.phaseone.com/it-IT/Imaging-Software/Capture-One-Pro-7/Testimonials/Alan-and-Gretchen-testimonial.aspx
Alan & Gretchen
Vai alla panoramica
Vai alla panoramica

Alan & Gretchen Pianificare il Successo

Alan & Gretchen, famosa coppia di fotografi con una lista di clienti delle migliori marche, tanto lunga, quanto impressionante. Abbiamo parlato con Alan di impostazioni e del loro flusso di lavoro e gli abbiamo chiesto di spiegare come si realizzino le immagini di un professionista.

COME OTTENERE CIÒ CHE VUOI

L'essere nati e cresciuti in Nuova Zelanda potrebbe aver contribuito alla meravigliosa visione fotografica di Alan & Gretchen. Alan spiega:

“Crescere in un ambiente contornato da un paesaggio spettacolare, con forme animali e vegetali uniche, a stretto contatto con la natura, ha inciso molto su entrambi e rimane un'importante fonte di ispirazione.”

Entrambi sono nati artisti, consapevoli dalla tenera età, che avrebbero seguito un cammino che sarebbe risultato per loro molto naturale; le famiglie di entrambi si occupavano di arti figurative e scrittura -- si trattava semplicemente di trovare lo strumento adatto da utilizzare per scoprire la teoria e l'esercizio dell'arte. La Fotografia è stata una scelta logica.

Oggi, con un flusso costante di incarichi delle migliori marche d'Europa & Nord America, la scelta dell'attrezzatura è un aspetto principale per il loro lavoro pluripremiato.

“Utilizziamo piccole fotocamere tascabili per il nostro lavoro preliminare e di ricerca. Per le immagini di paesaggio, persone e automobili, ci affidiamo alla risoluzione ed alla qualità dei dorsi digitali Phase One e del software Capture One. I nostri clienti hanno standard qualitativi molto alti; per supportarli, testiamo di continuo e scegliamo la migliore tecnologia disponibile.”

PRONTI, PARTENZA, VIA

“Per gli scatti statici, le fotocamere vengono supportate da treppiedi leggeri e molto stabili in fibra di carbonio con testine in lega di magnesio. Se il soggetto è in movimento, allora lo scatto dipende da molte variabili, quindi cerchiamo di trovare la soluzione migliore. Le fotocamere vengono montate tramite un veloce sistema di sgancio. La fotocamera “A” è una fotocamera tecnica con dorso digitale Phase One da 60 o 80 MP.

“Questa attrezzatura la combiniamo ad una seconda -- il corpo macchina Phase One 645DF e le ottiche. I dorsi Phase One vengono spostati da una fotocamera all'altra a seconda delle esigenze. La 645DF è leggera e veloce, perfetta nei casi in cui necessitiamo di spostamenti veloci o se desideriamo avere alte velocità di sincronizzazione per il flash – è veramente grandiosa.

“Questi sistemi fotocamera sono la combinazione perfetta per il nostro lavoro digitale. I dorsi Phase One sono sempre affidabili -- e ciò è essenziale. Abbiamo acquisito con molte versioni differenti, partendo dal dorso P45, passando al dorso IQ180 fino ad arrivare al grandioso dorso IQ260 dotato di una meravigliosa lunga esposizione; è tutto molto emozionante. Sia che ci troviamo in esterno nel bel mezzo dell'entroterra australiano o a New York City, i dorsi Phase One si dimostrano sempre incredibilmente ben progettati e affidabili.

I file finali sono larghi tra i 15,000 ed i 17,000 pixel, ottenuti da 5 fino a 7 tavole e una centinaia di livelli che catturano tutte le nuance dell'automobile, i suoi movimenti, la luce, il fumo, l'acqua, i riflessi, il talento...si potrebbe continuare all'infinito. È complesso e ci affidiamo a grandiosi produttori e squadre per ottenere un grande risultato. Dire che ci sia un sacco di lavoro dietro, è un eufemismo. Adoriamo tutto ciò e amiamo spingere tutto oltre i limiti, riuscendoci bevendo tanto caffé nero buonissimo!

FLUSSO DI LAVORO

“Quindi, per fotografare al meglio, dobbiamo lavorare in modo accurato e programmato. Prima di posizionare la fotocamera sul treppiedi o sul sistema, lavoriamo per giorni ricercando e ottenendo la giusta scena. Applichiamo delle modifiche e siamo molto reattivi, ma la maggior parte del lavoro di solito è già stato fatto. Programmiamo il tutto nei minimi dettagli e sappiamo dove vogliamo arrivare con la preparazione. Poi si tratta di tirare il meglio dalla situazione, dalla gente e dai soggetti in generale.

“Infine, concludiamo il tutto scegliendo pochi file da analizzare per semplicare l'elaborazione. Capture One Pro 7 si occupa del resto e noi facciamo grande uso della camera oscura digitale all'interno del software.

“Di solito acquisiamo in cablato; il nostro assistente digitale guarda i file in entrata come un falco. Un forte rapporto è essenziale per poter selezionare, commentare e valutare i file che acquisiamo. Tutta l'informazione è localizzata all'interno dei file (denominazione e numerazione). Questo processo è fondamentale, dato che è importante strutturare le sessioni in modo che durante e dopo un servizio, divenga semplice analizzare e unire in modo veloce le prime impressioni. Il vantaggio principale di questo tipo di flusso di lavoro è che ci permette di ridurre l'errore umano e che riusciamo a preparare, contrassegnare e organizzare le immagini in modo veloce. In questo modo sappiamo dove andare ad elaborare mediante ritocchi ad alta risoluzione.

“Mentre fotografiamo, non applichiamo molte regolazioni di colore, sebbene ci assicuriamo di avere impostazioni di software e fotocamera ottimizzate e coerenti. Una volta che decidiamo quale sarà il colore ed il contrasto finale a bassa risoluzione, ottimizziamo ed elaboriamo i file al 100 percento con Capture One Pro 7, ed è in questo momento che utilizziamo al massimo la funzionalità della camera oscura di Capture One Pro 7, per ritoccare ed ottenere il massimo da ogni singola acquisizione. L'efficienza è importante dato che in questo passaggio, il tempo può ridursi.”

“Anche i nostri ritoccatori utilizzano Capture One Pro; quindi, quando passiamo loro i file, ottengono un file di riferimento con tutti i nostri commenti e in questo modo possono iniziare a lavorare senza problemi.

“Abbiamo iniziato ad utilizzare Capture One Pro nel 2008. Abbiamo provato altri software, ma abbiamo trovato che Capture One Pro 7 di Phase One funzioni al meglio per il nostro tipo di lavoro ed è il più stabile. È intuitivo -- se desideriamo acquisire in cablato utilizzando una combinazione di più fotocamere, Capture One Pro 7 è il software che ci offre tutto ciò di cui abbiamo bisogno -- soprattutto ora che stiamo lavorando con i cataloghi.

“Per i nostri scatti importanti, quando creiamo qualcosa che necessita la nostra completa attenzione creativa, poniamo il nostro senso estetico al centro di una grande squadra, in modo da creare qualcosa di magico. Ci divertiamo ed il ritmo è molto veloce, quindi è importante che tutti sappiano adoperare al meglio Capture One Pro 7. Non ci dobbiamo quindi preoccupare di questo aspetto -- perché Capture One Pro 7 è altamente apprezzato in questo circuito di fotografi professionali.

“Capture One Pro 7 è una meravigliosa versione aggiornata, perché il motore di elaborazione offre un enorme passo in avanti e rende i nostri file molto più naturali -- il nuovo algoritmo alla base dell'interpolazione bayer è veramente impressionante e migliora enormemente i file elaborati. Ai miei occhi, le immagini appaiono più analogiche -- solo questo basta a dimostrare la grande differenza tra le versioni 6 e 7. La nuova funzione Catalogo semplifica la gestione delle risorse digitali; è una caratteristica grandiosa quella di poter modificare le immagini mentre si è in viaggio, sapendo che i file originali sono organizzati ed al sicuro in studio.

“Per noi, le caratteristiche chiavi di Capture One Pro 7 sono la capacità di recuperare le alte luci e ombre e di bilanciare il colore, dato che spesso mescoliamo l'illuminazione stradale o ambientale con i kinos, HMI, flash e luce diurna. Il nostro utilizzo del colore segue la fluidità e realismo e dopo aver analizzare l'ambiente, analizziamo su schermo ciò che dobbiamo modificare -- cercando un sottile distacco dalla realtà, mantenendo comunque la qualità fotografica intrinseca ed i colori.

“Poter creare colori puliti e convincenti è molto importante per noi. Adoriamo guardare colori freschi, vibranti e naturali. Utilizziamo anche una preimpostazione di luce per la nitidezza. Se un file è ai margini dell'essere nitido e necessita di modifiche, applichiamo lo Strumento Nitidezza di Capture One Pro 7 come livello di regolazione e lo satiniamo se necessario. Stiamo provando i nuovi Strumenti Chiarezza, LCC, Livelli di Regolazione, Riduzione Rumore e Preimpostazioni Personalizzate e abbiamo già deciso di inserirli immediatamente all'interno del nostro flusso di lavoro.

PIANIFICARE IL SUCCESSO

“Sapere cosa si vuole, è vitale. Possiamo sempre vedere quando molta energia, tempo e concentrazione sono inglobate all'interno di una foto/immagine. Il bello della fotografia in esterno, è che tutto può accadere. A volte risolviamo il tutto subito e altre volte dobbiamo invece affrontare varie sfide. Adoriamo avere un approccio differente per ogni lavoro. La costante è la nostra preparazione e l'energia che inseriamo in ogni singolo scatto, combinate spesso con colpi di scena fortuiti che offre la natura -- diviene solo chiaro quando viene visualizzata l'immagine finale.”

Abbiamo chiesto la differenza, secondo lui, tra un professionista ed un amatore.

“Ossessione! – Molti artisti/fotografi che incontriamo sono ossessionati!

“Se dovessi dare un consiglio ad un fotografo che aspira a diventare un professionista, direi, ‘circondati di fotografi; esci; visita le mostre e analizza ciò che succede in quei posti; sii inventivo, studia i grandi fotografi, studia le origini della fotografia e delle arti figurative. Ricordati sempre ciò che è importante ed unico per te. Lavora intensamente, lavora intelligentemente e abbi la capacità di andare avanti e ancora avanti, se trovi qualcuno che non approvi il tuo lavoro. La tua intenzione e la tua voce sono importanti sia nello sviluppo professionale, che personale. Per quanto possa essere breve la storia della fotografia, questo mezzo di comunicazione ha dimostrato di essere irresistibile e in continuo cambiamento, quindi continua!”

“Decostruisci ciò che conosci della fotografia e ricostruiscilo, sperimenta e giocaci attorno. I processi che noi utilizziamo sono in continua evoluzione, così come le possibilità di presentare il nostro lavoro. È questa iniziativa che fa progredire il mezzo comunicativo. Puoi imparare molto, osservando ciò che ti è attorno. Si tratta di un qualcosa di personale e necessita di molti sforzi e tempo per essere sviluppato -- se lavori su un progetto che è molto importante per te, o è nuovo, spingi i tuoi limiti al massimo, lavora intensamente e i risultati che otterrai ti ripagheranno.

“Pensando ad Ansel Adams -- il tempo investito a formare fotografi ed artisti ha richiesto un approccio molto meticoloso. Ha ristretto il campo visivo sulla fotocamera, la pellicola e il foglio. Oggigiorno è necessario comprendere a fondo gli strumenti a disposizione e scoprire ciò che possono offrire al nostro lavoro. Non si tratta di ottenere dagli strumenti il meglio “generico”, ma scoprire come utilizzarli al meglio a seconda dei tuoi bisogni.”

Alan & Gretchen è una famosa coppia di fotografi con una lista di clienti delle migliori marche, tanto lunga, quanto impressionante.

Scopri di più su g4a.co.uk

Alan and Gretchen
Alan and Gretchen
Alan and Gretchen
Alan and Gretchen
Alan and Gretchen
     
SEGUICI PER RIMANERE SINTONIZZATO SU NOVITÀ, CONSIGLI, PANORAMICHE E GRANDIOSE OFFERTE:
 
     
 Subscribe to newsletter >>