• http://www.phaseone.com/it-it/Camera-Systems/645DFplus/Case-studies/Jeffery-Salter2.aspx
  • http://www.phaseone.com/it-it/Camera-Systems/645DFplus/Case-studies/Jeffery-Salter2.aspx
Jeffery Salter
Vai alla panoramica
Vai alla panoramica

Avere successo come fotografo di riviste

Il fotografo Jeffery Salter inizia la sua carriera come fotogiornalista, lavorando con la vecchia pellicola 35mm. Le sue immagini ritraggono di tutto, dalla violenta rivoluzione sociale di Haiti e il tragico schianto dell'aereo di linea Pan Am a Lockerbie, Scozia, alle affascinanti sfilate di moda di New York, Milano e Parigi.

Quando decide di passare dal lavoro fotogiornalistico alla fotografia di riviste, sceglie di passare anche al medio formato e inizia a fotografare ritratti e a perfezionarsi nelle sue già piene di stile tecniche di illuminazione.

Il primo dorso digitale di Salter è un Phase One P40+, che gli offre oltre 80,000 esposizioni senza alcun problema prima di decidere di aggiornarsi con un dorso digitale IQ260. Dopo soli tre mesi dall'aggiornamento, Salter ha già pubblicato tre copertine di riviste.

La strada dal fotogiornalismo grintoso e dell'ultima notizia alle riviste Sports Illustrated, Ebony, Billboard e Cigar Aficionado, lo ha indirizzato verso una rifocalizzazione del suo lavoro. Ecco, secondo quanto affermato da Salter stesso, come si è sviluppato il suo percorso.

Cambiare Attrezzatura & Aggiornare Attrezzatura

Dopo aver lavorato per anni come fotogiornalista — per Miami Herald e New York Times — ho realizzato che avrei voluto lavorare per le riviste. Il veloce mondo delle notizie dell'ultima ora era una stimolante carica di adrenalina, ma che non mi ha mai permesso di realizzare quei ritratti ad alto stile, che invece avrei voluto creare e quindi ho deciso di cambiare direzione. Piuttosto che lanciarmi a capofitto, ho scelto la via più calma. Mentre lavoravo ancora per il Miami Herald ho investito in una fotocamera a pellicola medio formato ed un gruppo di flash per realizzare dei ritratti per la rivista domenicale del giornale. Ciò mi ha permesso di creare un portfolio di ritratti che avrei poi potuto mostrare agli editor di foto delle riviste nazionali. Mi ha anche permesso di ottenere un agente fotografico, Marcel Saba, che mi ha aperto le porte nelle riviste più importanti del mondo. La differenza tra fotografare per un giornale o per una rivista, è ampia. Per me, realizzare un ottimo scatto da copertina, è come produrre un'opera d'arte. Deve riuscire a catturare la vista di chi guarda e convincerlo a comprare. Deve sedurlo e fargli venire la voglia di vedere altro e a volte uno scatto riesce addirittura a raccontare una storia da sé. Potrebbe anche diventare un'icona visiva che superi poi le prove del tempo rimanendo per sempre nella storia dei libri. Le copertine di riviste affermano dichiarazioni visive audaci sul soggetto, ma a volte anche sulla rivista stessa. Ecco perché si tratta della più importante pagina della rivista e i pubblicisti tendono a tenere i budget alti per realizzarle. Ed è dove, in molti casi, l'aspetto rifinito di un file digitale realizzato con un medio formato, riesce a brillare per davvero.

Una Buona Assistenza Porta al Successo

Nel momento in cui ho deciso di acquistare il mio IQ260 e la mia fotocamera 645DF+ tramite un aggiornamento(da P40+) Capture Integration (CI) mi ha assistito nella mia scelta. CI comprende e conosce le sfide che un fotografo di riviste e pubblicità deve affrontare in questo settore altamente competitivo. Loro offrono dei consigli pratici sui prodotti Phase One e sui sistemi di illuminazione Profoto. E in varie occasioni, mi hanno anche fornito consigli sul posto durante la produzione. A metà Giugno, ho fotografato LeBron James per Sports Illustrated e questo scatto risulta ora il primo scatto realizzato con IQ260 per una copertina di rivista, stampata il 1 Luglio 2013. Entro Agosto 2013, sono orgoglioso di poter affermare che sono riuscito a far pubblicare tre copertine di riviste nazionali realizzate con IQ260. Ho deciso di aggiornare il mio P40+, che mi ha offerto oltre 80,000 esposizioni senza il minimo problema, al dorso IQ260 per varie ragioni. Prima ragione fra tutte, la possibilità di rivedere le immagini appena acquisite su un iPad durante il servizio fotografico. Le persone che un fotografo come me deve fotografare sono...francamente...sempre di fretta. Il tempo risparmiato tra la veloce revisione di un'ampia immagine sull'iPad e l'acquisizione non cablata direttamente su scheda CF con il dorso IQ260, mi permette di realizzare un ulteriore servizio.

Rendere possibile un investimento Phase One

Si tratta di un passo importante, quando si decide di passare da una DSLR ad un sistema fotocamera medio formato Phase One. Il mio primo investimento con Phase One ho deciso di farlo ad ottobre del 2009. Per me è stato possibile nel momento in cui sono stato incaricato di realizzare un importante editoriale di dieci giorni per una rivista nazionale. Quando mi hanno chiesto di proporre un preventivo, ho scritto una voce per il costo del noleggio di 10 giorni per un sistema fotocamera medio formato. Approvata la proposta, il mio contatto di CI mi ha presentato l'opzione di acquistare allo stesso costo del noleggio una fotocamera Phase One 645DF con dorso digitale P40+. Inutile dire che per ogni incarico o preventivo, di solito aggiungiamo una voce relativa all'utilizzo di una fotocamera medio formato, oltre ai costi di acquisizione e postproduzione. Ovviamente non tutti i clienti hanno il budget per sostenere il preventivo, ma nel mio caso sono stato fortunato a trovare dei clienti, che apprezzano l'aspetto delle mie immagini e comprendono le mie necessità per un flusso di lavoro ottimale, tra cui il mio bisogno di lavorare con i dorsi digitali Phase One. Da allora ho aggiornato il sistema con il dorso IQ260 e la fotocamera 645DF+. Questo è stato un investimento sia per la mia creatività, sia per me come professionista e credo che avrà sempre un impatto positivo sui miei incarichi per riviste, lavori commerciali e pubblicitari. Senza aggiungere il valore aggiunto di poter posizionare il dorso sulla fotocamera tecnica per le mie immagini di panorami e architettura.

Il più recente scatto da copertina, nonché il terzo da quando ha acquistato il dorso IQ260, è stato realizzato per Sports Illustrated, e mostra la star internazionale di calcio Mario Balotelli. Leggi il verdetto finale di Salter sulle prestazioni del dorso IQ260 here.

Fotografo Jeffery Salter

Fotocamera: Phase One 645DF+
Dorso digitale: IQ260
Partner di fiducia di: Capture Integration

Sistema fotocamera Phase One
Registrati per richiedere una Demo

Scopri di più su Jeffery Salter
jefferysalter.com

TUTTE LE IMMAGINI © Jeffery Salter

Jeffery Salter IQ260
Jeffery Salter IQ260
facebook share Condividi su Facebook
     
SEGUICI PER RIMANERE SINTONIZZATO SU NOVITÀ, CONSIGLI, PANORAMICHE E GRANDIOSE OFFERTE:
 
     
 Subscribe to newsletter >>